2 mesi fa

Italia Solare: passi in avanti sul fotovoltaico, ma ancora lenti

Quotidiano Nazionale
Quotidiano Nazionale
Rimini, 24 mar. (askanews) - Tutta la filiera del fotovoltaico si sta muovendo. Ma gli obiettivi dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile sono ancora molto lontani. Lo dicono i dati della potenza fotovoltaica connessa cumulata nel nostro paese, analizzati da Italia Solare.

L'aria residenziale ha fatto registrare un boom importante nel 2022 grazie agli incentivi del Superbonus. Sono stati installati 200mila impianti per un valore di oltre 1 GW. Non potendo più cedere i crediti fiscali dopo lo stop arrivato il 17 febbraio, imprese e famiglie si trovano ora in grossa difficoltà, come spiega il presidente Paolo Rocco Viscontini, incontrato a Key Energy alla fiera di Rimini. "Speriamo che, anche grazie ai nostri solleciti, quantomeno per l'esistente questo venga traghettato per evitare veri e propri danni per famiglie e imprese e quindi cercando soluzioni per proseguire questa cessione dei crediti".

I provvedimenti in essere non sono sufficienti e pertanto servono urgenti interventi che consentano vere semplificazioni, specie per gli impianti di grande taglia, oltre ad aiuti finanziari alle imprese per un più agevole accesso al credito bancario.

"Se il governo consentisse un sistema di garanzie statali date alle banche che finanziano gli impianti fotovoltaici questo sarebbe un grande aiuto, tra l'altro davvero a bassissimo rischio perché se qualcosa andasse male l'impianto continuerebbe ad essere un assetto con un grande valore".

Alla fiera delle energie rinnovabili Italia Solare torna a rivolgersi al governo per chiedere un quadro di regole semplice, completo e stabile. "Questo è un aiuto enorme per il sistema paese perché avere il fotovoltaico significa essere più competitivi perché vuol dire avere bollette molto più basse".

Guarda altri video

Guarda altri video